SHOPPING: SALUTE PER L’ ANIMA! MA OGGI….COME ATTUALIZZARE TUTTO QUESTO?

Fare shopping è piacere, abitudine antica, è voglia. Fare shopping negli istanti di minor freni inibitori. Quando l’ anima richiede la sua parte di gratificazione personale ed allora lo scenario diventa variegato.

Si gustano vetrine con enormi palinsesti di abiti, si affrontano anche lunghe code per entrare nell’ auto-parcheggio di quel tal ipermercato e per accedere ai vari comparti, si fa shopping nelle boutique che allettano con prezzi straordinari o nei templi delle specialità gastronomiche.

Comprando e comprando, quindi, anche senza necessità ma per quella soddisfazione che, specie in certi momenti di turbolenza psicologica, dà l’acquisto. L’ acquisto come speciale gratificazione individuale, come ultimo conforto.

Un amore contrastato, un istante di disagio affettivo, un malumore passeggero e soprattutto oggi il colosso enorme del CORONAVIRUS….?

Hanno cominciato gli analisti americani (guarda caso…..) a consigliare ai loro pazienti l’ utilizzo dello shopping come idea vincente in un momento di umore depresso, di ansia non declinabile ad altro istante, di urgenza psicologica a breve termine.

Gli americani (per loro fortuna) si sono imposti anche il traguardo del “ chi compra deve essere gratificato quanto mai”. Creando, quindi, spazi immensi per un’ immensa offerta (i mega – store), spazi di pseudo – lusso per un’ offerta di maggior prestigio e spazi di divertimento, di suggestione per uno shopping – avventura ( i Woodbury Commun, fuori dalle grandi metropoli ) come quello di Central Valley, ad un’ ora di auto da New York.

Ora,però, s’ è svegliata anche la vecchia cocciuta Europa creando grandi distribuzioni che sorgono come “ piccoli grandi paesi dei balocchi “.

Così si sciolgono i freni, ci si dedica all’ attrazione assoluta, al palcoscenico dell’ acquisto. Resta da vedere se il cumulo di cose acquistate avrà certamente un utilizzo.

Lo shopping di certo e’ salute per l’anima,ma quando ci chiudono tutti i negozi come di questi tempi del virus,la felicità ci muore dentro,dimentichiamo l’abitino di Versace che ci eravamo messi in testa e dal gusto prorompente. Smania di sguardi e di acquisti.

In questi giorni di quarantena tutto ha un grosso freno…..

Gli psicoanalisti sono concordi in massa: lo shopping può diventare salute per l’ anima in un giorno di normalità alle stelle,in questi giorni di nessuna normalità pure lo shopping è piattezza assoluta.Viviamo di poesie,favole,racconti………

Pubblicato da milly

Psicologa clinica, amante musica italiana e rock and blues, arte,letteratura, viaggi. Personalità intimista e dolcemente nostalgica.

One thought on “SHOPPING: SALUTE PER L’ ANIMA! MA OGGI….COME ATTUALIZZARE TUTTO QUESTO?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: